DIFESA ELASTICA

Moderno sistema difensivo basato sulla marcatura individuale e sul controllo visivo attivo
Definizione: 

Nuovo, moderno sistema tattico difensivo di marcatura individuale, eseguita mediante il controllo visivo attivo, che consiste nel marcare a uomo il diretto avversario stando dietro alle sue spalle, da parte del difensore centrale, e stando in posizione laterale interna leggermente arretrata, da parte dei difensori esterni, quando la palla giocata è frontale alla porta; quando invece viene giocata sulle fasce, i diretti avversari sono marcati alle loro spalle dal difensore più vicino alla palla, di fianco da quello centrale e di lato interno dall’altro difensore esterno, stando tutti leggermente arretrati e a distanza variabile sempre più stretta dentro l’area di rigore; con l’accortezza di mantenere queste prese di posizione, in fase statica o dinamica, utilizzando il controllo visivo attivo ovvero muovendo lateralmente il capo in rapida successione sul portatore di palla e sull’avversario da marcare, per tenere d’occhio l’azione in corso e nello stesso tempo valutare e decidere in tempo reale quale distanza prendere (concetto di elasticità) nella marcatura a uomo per poterlo chiudere, contrastare, anticipare, affrontare alla pari nell’uno contro uno o eventualmente coprendo con la diagonale in alternativa al libero; la tattica del fuorigioco con la disposizione in linea dei difensori tipica della difesa a zona, non si presta alla difesa elastica e pertanto non va ricercata a priori in via sistematica salvo che il diretto avversario, inserendosi nell’attaccare lo spazio, non venga a trovarsi in posizione nettamente irregolare.