Serie A 2016-2017 - 36° giornata di campionato del 14.05.2017: classificazione con analisi dei gol

Premessa
I gol, tutti i vari tipi di gol segnati e visibili sui campi di calcio, da un mio studio elaborato si classificano in due grandi categorie, EVITABILI ed IMPARABILI/INEVITABILI, ciascuna statisticamente quantificabile nel 50% circa del totale.
I gol evitabili sono quelli che si possono prevenire, eludere adottando gli opportuni accorgimenti, correttivi tecnico tattici da me di seguito suggeriti, segnati a causa di errori individuali e di reparto, sempre gli stessi, uguali, ricorrenti e ripetitivi anche nella stessa partita, derivanti da:
a) libertà e spazio concessi all’attaccante per effetto della zona applicata con le sue note, rischiose componenti tattiche INVECE di praticare la marcatura a uomo moderna, elastica da me proposta, utilizzando il controllo visivo attivo, suo elemento tattico innovativo anche come chiave di lettura del gioco.
b) atteggiamento del difensore che si gira sui tiri diretti in porta INVECE di osservare la regola della posizione frontale attiva da me proposta, che prevede di opporsi fisicamente stando rivolti al battitore per intercettare, aggredire le palle in arrivo.
Da tener presente che gli errori sui gol evitabili vanno rilevati nel momento immediatamente prima che la palla entri in rete; il riferimento ad errori tecnico tattici precedenti, seppur di poco, collegati alla stessa azione, a centrocampo o nella trequarti, anche per filtro insufficiente, non è da prendere in considerazione a giustificazione dei gol stessi, in quanto le relative variabili di sviluppo del gioco portano a ragionare per ipotesi, con i “se” e i “ma”, quindi senza riscontro con la realtà oggettiva degli errori emersi all’atto del gol; infatti, tali errori finali, ultimi se non fossero stati commessi applicando i suggerimenti tecnico tattici da me sopra indicati, avrebbero rimediato, sanato sia quelli precedenti a centrocampo sia soprattutto quelli finale evitando il gol stesso.
I gol imparabili/inevitabili che non hanno il carattere della ripetitività, della continuità ricorrente tipica di quelli evitabili, si riferiscono a quei gol a fronte dei quali il portiere poco o nulla può fare per impedire alla palla di entrare in rete; i gol imparabili derivano da: giocate, gesti o scambi da manuale di natura tecnico tattica come, ad esempio, dribbling, combinazione, triangolazione, contrasto, anticipo, appoggio smarcante, tiro di precisione, stacco di testa maggiore, velocità di corsa maggiore, giocata di classe (girata, rovesciata, colpo di tacco o di ginocchio), deviazione, calcio di rigore, calcio di punizione, calcio d’angolo, schema collaudato sui calci piazzati, contropiede; mentre i gol inevitabili derivano da: situazioni o episodi casuali, contingenti, di fortuna come, ad esempio, rimpallo favorevole, errore o svista della terna arbitrale, autogol, malinteso tra difensori, intervento a vuoto, papera o deviazione involontaria del difensore o del portiere, respinta difettosa del portiere, situazione d’inferiorità numerica, palla vagante o seconde palle, rimessa laterale, barriera posizionata male, opposizione passiva alla palla, condizioni del terreno di gioco, rimbalzo ingannevole della palla, mancanza di fair play, palla intercettata.

Atalanta vs Milan 1 1

Gol di Conti imparabile/inevitabile, papera del portiere che non trattiene la palla favorendo la zampata dell’attaccante;

Gol di Deulofeu imparabile/inevitabile, deviazione involontaria difensore.

Fiorentina vs Lazio 3 2

Gol di Keità imparabile/inevitabile, corsa più veloce dell’attaccante rispetto al difensore nell’arrivare prima sulla palla per poi concludere a rete con un mezza papera del portiere;

Gol di Babacar imparabile/inevitabile, anticipo sul difensore con il portiere che non trattiene la palla nella presa;

Gol di Kalinic imparabile/inevitabile, svista arbitrale nella mancata rilevazione del fuorigioco;

Gol di Lombardi imparabile/inevitabile, autorete.

Gol di Murgia evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo previo controllo visivo attivo, per effetto della zona applicata con il fuorigioco e l'attacco alla palla, la linea perfettamente segnata con il righello dai difensori in area, tutti con la testa rivolta a guardare fisso la palla crossata al centro sulla quale si avventa l’attaccante lasciato andare in profondità tutto solo, indisturbato, per lui girarla di testa a rete con un bel gesto tecnico, diventa un gioco da ragazzi.

Inter vs Sassuolo 1 2

Gol di Iemelello imparabile/inevitabile, azione di contropiede con superiorità numerica acquisita;

Gol di Iemelello superevitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo previo controllo visivo attivo, per effetto della zona applicata con il fuorigioco e l'attacco alla palla, con la linea difensiva che ha lasciato solo Iemelello, trascurato alle spalle, senza guardie del corpo, davanti alla porta, per lui girarla a rete è come un regalo piovuto dal cielo, incredibile;

Gol di Martins imparabile/inevitabile, precisione nel tiro a rete angolato con tanti giocatori sulla traiettoria della palla che hanno finito per disorientare il portiere avendola vista arrivare all’ultimo momento.

Roma vs Juventus 3 1

Gol di Lemina evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo previo controllo visivo attivo, tenuto trascurato dal difensore che, sbagliando, va a stringere in raddoppio su Higuain lasciando l’attaccante completamente solo, libero davanti alla porta di ricevere l’assist al centro da Higuain, per lui buttarla dentro è come fosse un gioco da ragazzi;

Gol di De Rossi evitabile, idem come sopra, lasciato andare da Lichsteiner davanti alla porta libero da marcatura a uomo moderna, elastica con il controllo visivo attivo, per il tap in facile sulla corta respinta di Buffon che non trattiene l’incornata di Manolas anche lui lasciato completamente indisturbato, esente da marcatura a uomo, nel colpire di testa a rete, incredibile;

Gol di El Shaarawy evitabilissimo, ennesimo errore di Bonucci, non nuovo a simile atteggiamento, che sul tiro a rete, telefonato, rasoterra, si gira, si avvita, di scansa, va in torsione invece di fare opposizione fisica regolare alla palla in arrivo nel rispetto della posizione frontale attiva sui tiri contro, incredibile;

Gol di Nainggolan evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, supportata ed innovata dal controllo visivo attivo, con tutta la difesa schierata a zona rigorosamente in linea, a guardare fisso, incantata solo la palla lasciando libero l’attaccante di ricevere l’assist tagliato in profondità a tu per tu con il portiere, rimasto a mani vuote, incredibile.

Sampdoria vs Chievo 1 1

Gol di Quagliarella imparabile/inevitabile, uscita avventurosa del portiere che perde palla e mette l’attaccante nelle condizioni migliori per buttarla dentro;

Gol di Inglese imparabile/inevitabile, precisione nel tiro angolato a rete a fil di secondo palo.

Palermo vs Genoa 1 0

Gol di Rispoli imparabile/inevitabile, papera del portiere.

Crotone vs Udinese 1 0

Gol di Rohden imparabile/inevitabile, superiorità numerica acquisita.

Bologna vs Pescara 3 1

Gol di Destro imparabile/inevitabile, anticipo sul portiere in uscita;

Gol di Bahebeck imparabile/inevitabile, anticipo sul difensore e precisione del tiro a fil di palo;

Gol di Di Francesco evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, previo controllo visivo attivo, lasciato inserirsi tutto solo a ricevere l’appoggio su tiro deviato dal difensore, con la difesa attratta dalla palla rigorosamente in linea, per lui tutto solo davanti al portiere buttarla dentro è una semplice formalità;

Gol di Destro imparabile/inevitabile, passaggio smarcante e conclusione a rete imprendibile.

Cagliari vs Empoli 3 2

Gol di Sau evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo previo controllo visivo attivo, dovuta alla zona applicata con il fuorigioco e l'attacco alla palla, la linea perfettamente segnata con il righello, tutti con la testa rivolta verso la palla in arrivo da passaggio profondo al centro dove s’inserisce l’attaccante imbeccato a pennello, la difesa rimane ferma, statica, applicando i dettami della zona, per lui venire a trovarsi a tu per tu con il portiere e beffarlo è un tutt’uno;

Gol di Farias imparabile/inevitabile, giocata individuale con possesso e controllo palla da manuale per una conclusione ravvicinata imprendibile;

Gol di Farias imparabile/inevitabile, superiorità numerica acquisita e conclusione a rete a fil di palo;

Gol di Zajc imparabile/inevitabile, dribbling vincente e conclusione a rete all’incrocio dei pali;

Gol di Maccarone evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo previo controllo visivo attivo, dovuta alla zona applicata con il fuorigioco e l'attacco alla palla con tutti i difensori a guardarla fisso, nessuno che applica il controllo visivo attivo per tenere d’occhio la situazione in atto stringendo lo spazio sull’attaccante che, libero da fastidi personali, tutto solo riceve palla al centro per girarlo in rete come fosse un gioco da ragazzi.

Torino vs Napoli 0 5

Gol di Callejon evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo previo controllo visivo attivo, dovuta alla zona applicata con il fuorigioco e l'attacco alla palla, con la linea difensiva a pettine, significa intercalata tra difensori ed attaccanti, lasciato incunearsi solo, completamente trascurato, snobbato, per andare al tiro che seppur defilato centra l’angolo basso a fil di palo senza scampo per il portiere;

Gol di Insigne evitabile, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, applicando il controllo visivo attivo, con una difesa abituata a giocare e a muoversi a zona tenendo a distanza anzi trascurando l’attaccante senza stringere preventivamente tempo e spazio per stare incollato a manifesto tra lui e la porta; così Insigne viene a trovarsi tutto solo davanti alla porta, riceve l’assist dal compagno al centro e di piede la butta dentro nel più facile dei modi, ad occhi chiusi, incredibile;

Gol di Mertens imparabile/inevitabile, giocata individuale da manuale a liberare il tiro a fil di palo imprendibile;

Gol di Callejon evitabilissimo, causato da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, con il controllo visivo attivo, per effetto della zona applicata in area con le sue rischiose, speculative componenti tattiche, l’attaccante viene lasciato libero sull’esterno completamente trascurato dai difensori in linea volendo attaccare solo la palla, per lui buttarla dentro sotto misura a due passi dalla porta sguarnita è come sbrigare una semplice formalità di rito; incredibile come si possa non capire che il difensore per marcare deve prendere posizione stando tra il diretto avversario e la porta incollato a manifesto e non tenerlo alle sue spalle.

Gol di Zielinski evitabile, dovrei ripetere la stessa cosa sui gol evitabili ma non ce la faccio più.

Commenti

94

Pagine